Armadi e guardaroba: guida essenziale alla scelta

Stai rinnovando il tuo arredamento e sei arrivato alla scelta, cruciale, dell’armadio? Su siti come https://armadieguardaroba.it/ trovi innumerevoli consigli quanto a guardaroba più adatti a chi ha poco spazio a disposizione, da utilizzare nella cameretta dei bambini, che meglio si abbinano a ogni stile abitativo. Dal momento però che, anche quando si intende acquistare un armadio commerciale e già pronto all’uso, la spesa potrebbe essere consistente, quelli che seguono sono una serie di caratteristiche dell’armadio ed altri fattori più generici da considerare con attenzione.

Qualche consiglio per la scelta dell’armadio giusto

Tradizionale a battenti, stand-alone, incassato e a muro, a ponte: innanzitutto, che tipologia di armadio scegliere? Non serve sottolineare come le proposte di mobilifici e aziende di arredamento siano ormai tantissime e in grado di soddisfare esigenze e gusti davvero di tutti. Senza la pretesa di essere esaustivi, però, soprattutto se è la tua prima volta alle prese con la scelta dell’armadio, potresti trovare utile sapere per esempio che gli armadi stand-alone, dotati cioè di appositi piedini, possono risultare molto gradevoli esteticamente, dal momento che proprio l’essere dotati di piedi li alleggerisce alla vista, ma non altrettanto stabili, cosa che diventa pericolosa soprattutto se in casa ci sono bambini e che li rende di fatto una soluzione da evitare nella cameretta. Allo stesso modo gli armadi a muro sono l’ideale per sfruttare spazi inutilizzati della casa, come sono spesso corridoi e soppalchi, ma, soprattutto se molto profondi, sono quasi impossibili da organizzare al meglio senza utilizzare divisori e co. Ancora, gli armadi a ponte non sono certo tra le soluzioni più consigliate dagli interior design, ma non di rado si rivelano l’unica praticabile per ricavare una cameretta per i bambini o una camera per gli ospiti in appartamento.

Che dimensioni deve avere l’armadio, in secondo luogo? Dimentica le dimensioni standard: da anni ormai le aziende del campo lavorano in direzione di soluzioni personalizzate e modulabili, il che significa che dovresti essere in grado di decidere quanto grande deve essere il tuo armadio, in considerazione di quante persone vivono in casa, cosa deve contenere, eccetera.

Fai attenzione, infine, anche a di che materiali sono fatti armadi e guardaroba che scegli per la tua casa: va da sé che anche in questo senso non si ha ormai che l’imbarazzo della scelta e che una regola d’oro è accertarsi che stile, colore e finitura dell’armadio siano en pendant con il resto dei mobili della stanza e, più in generale, con lo stile abitativo della casa. Materiali naturali e poco trattati come il legno, però, sono particolarmente adatti per esempio per la camera del neonato: si riducono, infatti, semplificando molto, le quantità di sostanze tossiche con cui potenzialmente il bambino viene a contatto. Ante a specchio o con finiture lucide, invece, non solo danno un tocco di eleganza alla camera da letto per esempio ma possono giocare con la prospettiva, fino a dare l’impressione che la stessa sia più grande e spaziosa.