Flat waves, una moda capelli che piace a tutte le donne!

Le flat waves sono una delle tendenze di moda capelli che maggiormente hanno avuto modo di incontrare la preferenza delle giovani donne (e non solo) italiane. Una tendenza che vogliamo consigliarvi di guardare con particolare attenzione, soprattutto se siete alla ricerca di un look che possa basare la propria convenienza sulla presenza di onde morbide e delicate, piatte e non voluminose, in grado di assicurare un look naturale per tutta la durata del giorno, dalle prime ore del mattino alla tarda sera.

Cosa sono le flat waves

Chiarito quanto sopra, se siete proprio a digiuno di moda capelli e di hairstyle all’ultimo grido, bene rammentare come le flat waves siano uno dei must della stagione estiva 2017: si tratta infatti di onde poco gonfie, appena accennate, che sono davvero perfette per chi ha i capelli lisci a cui desidera donare un minimo di movimento e di dinamismo. Non sono invece proprio l’idea per le donne che “nascono” con capelli mossi naturali, poiché difficilmente riusciranno a mantenere un’opportuna definizione per molto tempo.

Il risultato, se la lavorazione sarà effettuata correttamente, sarà rappresentato da un’acconciatura naturale, molto amata dalle star che, infatti, l’hanno adeguatamente sfruttata durante le loro passerelle sui red carpet più in vista del mondo, su capelli lunghi o corti.

Se quanto sopra è stato un buon biglietto da visita per potervi ispirare un maggiore approfondimento nei confronti di questo stile di capelli, niente di meglio che compiere un altro passo in avanti e cercare di comprendere come poter realizzare delle ottime flat waves senza dover necessariamente recarsi dal parrucchiere.

Ebbene, ottenere delle belle flat waves è abbastanza semplice. Tutto quello che vi servirà è una piastra tubolare con la quale lavorare sulla lunghezza dei capelli, ondulandoli in maniera appena accennata. Evitate di toccare le radici, poiché in quel modo otterrete esclusivamente una capigliatura tropo voluminosa. Se invece volete evitare di utilizzare una piastra, poiché magari volete evitare di attribuire eccessivo stress alla chioma, provate a fare delle trecce ben tirate e andate a dormire con tali raccolti. La mattina successiva, una volta sciolte… avrete delle flat waves perfette, che riuscirete a fissare con la lacca.

Detto ciò, non vi rimarrà altro da fare che comprendere se le flat waves fanno realmente al caso vostro, o se sia invece più opportuno puntare con decisione su altri mossi, come ad esempio le beach waves, che oltre a fornire un buon movimento alla chioma, forniranno altresì un gradevole volume aggiuntivo.

Come avere i capelli lisci senza usare la piastra

Se il vostro desiderio è quello di avere dei capelli lisci, ma non volete usare la piastra perchè temete che la vostra chioma possa subire troppi stress e ulteriori effetti negativi dalla sua fruizione, niente è perduto. Vi sono infatti alcuni trucchi di rapido utilizzo che vi permetteranno di avere degli ottimi capelli lisci, senza effetto crespo, e riducendo al minimo la possibilità di utilizzare la tanto “temuta” piastra.

In primo luogo, cercate di riporre grande attenzione ai prodotti che acquistate. È fondamentale, per poter arrivare a un risultato degno di nota, cercare di reperire dei prodotti per la detersione, per la cura e per lo styling, che siano di qualità e in grado di rispettare i capelli. In commercio trovate certamente tanti prodotti dall’azione lisciante e anticrespo: cercate di evitare di puntare su quelli più economici, che spesso sono anche quelli che danno risultati più sgraditi. Cercate altresì di evitare di acquistare un unico prodotto “multifunzione”: per poter ottenere risultati notevoli è infatti necessario cercare di approcciare a questo tema utilizzando, in maniera sinergica, una linea completa di prodotti come sieri, fluidi, e così via.

Per quanto concerne invece l’asciugatura, è fondamentale evitare di utilizzare il phon a temperature troppo elevate: il caldo danneggerà infatti i vostri capelli. Meglio invece procedere all’asciugatura utilizzando il phon con una temperatura tiepida, e procedendo ad asciugare le radici dall’alto verso il basso. Con l’aiuto delle mani o di un’apposita spazzola, cercate di districare delicatamente tutte le lunghezze.

In secondo luogo, e sempre in termini di asciugatura, attenzione ad asciugare i capelli a testa in giù: contrariamente a quanto suggeriscono molte persone, infatti, in questo modo lo squame che compongono la fibra capillare finiranno con lo sfaldarsi, generando capelli gonfi e, purtroppo, tendenti al crespo.

Infine, valutate l’utilizzo della “ruota svedese”. Si tratta di una piega molto semplice, da usufruirsi dopo la detersione, e dopo l’applicazione di un fluido lisciante senza risciacquo. A questo punto, arrotolate due ciocche sulla sommità del capo con due bigodini particolarmente ampi, e fissateli alla nuca. Le restanti ciocche dovranno essere avvolte intorno alla testa e fissate alla base con forcine o becchi d’oca. Lasciate quindi asciugare i capelli naturalmente e, una volta asciutti, scioglieteli e procedete a una pettinata delicata.