Quali sono le fasi di costruzione di una piscina interrata con pannelli d’acciaio?

PiscinaCasaOggi, la piscina interrata a casa non è un lusso riservato a pochi, ma un piacere che puoi concederti anche tu. Le moderne tecniche di costruzione e i materiali all’avanguardia hanno, infatti, permesso di realizzare strutture di ottima fattura ad un prezzo davvero competitivo. Ne sono un esempio le piscine interrate con pannelli d’acciaio, resistenti e di grande impatto estetico. L’intelaiatura prefabbricata consente di mantenere bassi i costi di costruzione e istallazione, lasciando inalterata la qualità.

Ma le piscine in acciaio hanno anche un altro grande pregio, la velocità e la praticità di montaggio. Questi impianti possono essere realizzati in soli sette giorni lavorativi, ovviamente bisogna poi considerare anche i tempi per le procedure burocratiche, quelli per eventuali opere edili e per gli studi e la progettazione. Tuttavia, si tratta di strutture che non necessitano grandi lavori e che possono essere installate in modo veloce senza alcuno stress per te.

Non ci credi? Ecco come si costruisce una piscina interrata in acciaio passo, passo.

Fase preliminare di inizio lavori

Prima di cominciare bisogna predisporre ogni cosa. Innanzitutto dovrai scegliere il luogo in cui posizionare l’impianto, facendoti consigliare dai tecnici per trovare la collocazione più adatta. Una volta deciso il posto dove sorgerà la futura struttura, si traccia il perimetro e si procede con lo scavo. Per concludere la preparazione, si posizionano le fondamenta, ovvero dei blocchi di calcestruzzo che serviranno a sostenere la vasca.

L’installazione della piscina

Come dicevamo prima, negli impianti in acciaio questa fase è stata parecchio velocizzata grazie alla struttura a pannelli autoportanti che consente un montaggio rapido senza bisogno di saldature. L’acciaio, infatti, viene fissato con viti e bulloni, evitando così antiestetiche ossidazioni che si possono creare con il tempo. Quindi, si procede montando i pannelli, posizionando i contrafforti, che servono da sostegno e rinforzo, e fissando tutto assieme. Infine, si riveste l’interno con uno strato di poliestere armato che ha lo scopo di livellare e isolare le pareti.

L’installazione del locale tecnico

Adesso che la struttura è montata, bisogna pensare alle componenti idrauliche. Per questo si predispone il locale tecnico che accoglierà l’impianto di filtrazione, si installano gli skimmer o la canalina di sfioro e la vasca di compenso (se la piscina è a sfioro). A questo punto si collegano le tubazioni che servono per portare l’acqua dalla vasca all’impianto e viceversa.

Il completamento dei lavori

È il momento di finire i lavori, mancano ancora i lastrini, blocchi di cemento che sostengono il solarium e il bordo vasca, e il cordolo perimetrale, uno strato di cemento che serve da ulteriore rinforzo. L’ultima operazione è il rinterro dell’impianto.

Le rifiniture

Ora la piscina è quasi pronta, mancano solo più le rifiniture. Per prima cosa si riveste l’interno con un foglio di PVC pre-sagomato. A proposito, c’è una vasta gamma di colori e fantasie mosaicate tra cui scegliere. Dopodiché si procede con la posa del bordo vasca e delle piastrelle dell’area solarium. Infine, si istallano eventuali accessori esterni come la scaletta in acciaio, la doccia solare o il trampolino.

La tua piscina è finalmente conclusa, aspetta solo di essere riempita!