Pressione della caldaia: tutto quello che dovresti sapere

Perché la calida funzioni alla perfezione, è necessario verificare il livello della pressione. In questa breve guida pratica, ti spieghiamo come controllare il livello della pressione, qual è il valore ottimale e che cosa fare in caso di variazioni.

 Come si misura la pressione della caldaia

Misurare la pressione della caldaia è più facile di quanto si possa pensare poiché basta controllare l’indicatore posto nella parte frontale. Nei modelli più recenti che hanno un display elettronico. La misura si trova proprio sullo schermo, quindi ancora più facile da verificare. Operazioni di controllo della pressione sono sempre incluse nei servizi di manutenzione e assistenza caldaie Biasi Roma.

Qual è il valore corretto della pressione caldaia

Per funzionare bene, la pressione della caldaia dovrebbe esser inclusa tra 1 e 2 Bar. Se è al di sotto del minino di 1 bar è troppo bassa, mentre se supera i 2 bar è troppo alta; in entrambe le situazioni bisogna intervenire.

 Cosa fare in caso di pressione alta

Se la pressione della caldaia dovesse esser eccessiva, è facile che nemmeno te ne accorgi. Infatti, non ci sono segnali che preludono a un problema di questo tipo. Se però la situazione non viene regolarizzata, possono esserci delle problematiche nel tempo, come la rottura di componenti importanti.

Per ridurre la pressione della caldaia sfiata i termosifoni, apri la valvola del termosifone e fai uscire eventuali bolle d’aria e vapore come farebbe il tecnico della assistenza caldaie Biasi Roma. Non appena esce acqua, allora chiudi il termosifone.

Cosa fare quando la pressione è bassa

Se la pressione della caldaia dovesse esser bassa, allora è facile accorgersene perché i sintomi sono evinteti. Infatti, non esce acqua calda dal rubinetto e i termosifoni no si scaldano.

Per alzare la pressione, fai entrare nuova acqua nel circuito apprendo all’apposito rubinetto che si trova nella parte inferiore della caldaia stessa. Verifica anche che non ci siano perdite di acqua da termosifoni e caldaia stessa provocate forse da una guarnizione usurata da sostituire.