Acquario, come costruirne uno: una guida per principianti

Se davvero ci fossero ancora dubbi, no, fare un acquario in casa non è semplice come avere una boccia con i pesci rossi dentro. Prima di fiondarti su siti come MondoPrezzo alla ricerca degli elementi per costruire un acquario casalingo a buon prezzo, così, è bene che tu ti faccia le giuste domande: hai davvero tutto il tempo necessario per prenderti cura come si deve dei pesci? è una spesa sostenibile per le tue tasche? e, soprattutto, sei costante abbastanza da continuare a prenderti cura del tuo acquario anche quando significherà rinunciare alle vacanze o doversene occupare la sera dopo il lavoro?

Se avrai dato a ognuna di queste domande una risposta positiva, con ogni probabilità, sì, la tua è una passione genuina per il mondo degli acquari e dovresti cominciare a coltivarla. La prima regola è: soprattutto se sei all’inizio, non strafare. Parti, cioè, dal costruire in casa un acquario di piccole dimensioni e con pesci che richiedono poca cura (per quanto possibile!) e che resistono bene anche alle condizioni più avverse: per chi è alle prime armi, infatti, è oltremodo comune sbagliare la temperatura dell’acqua, la quantità di cibo, l’esposizione dell’acquario e, per alcune specie più che per altre, anche piccoli errori come questi possono essere fatali. Fatti consigliare dal tuo negozio di animali di fiducia, se ne hai uno, su quali sono le specie di pesci migliori per iniziare e tieni conto che, oltre ai siti dove trovi accessori per gli acquari a prezzi stracciati, in Rete ci sono tantissimi blog, forum o gruppi tematici dedicati e all’interno dei quali confrontarsi con altri appassionati di acquari come te.

Accessori per acquario: cos’è serve per iniziare e dove trovarli a buon prezzo

Quanto agli acquisti indispensabili per il tuo acquario in questa fase, tieni conto che essi consistono soprattutto in un sistema di filtraggio, un sistema di termoregolazione, un sistema di illuminazione e qualche elemento di arredamento. Il primo, il sistema di filtraggio, serve per mantenere l’acqua dell’acquario pulita, evitando di doverla cambiare spesso e in toto: va da sé che ce ne sono di tipologie diverse e che filtrano l’acqua dell’acquario da eventuali corpi estranei come fogliame o escrementi o, su un piano biologico, da microrganismi nocivi. Il termostato dell’acquario serve, semplificando molto, a mantenere l’acqua alla temperatura giusta: come già si accennava ce n’è una, diversa, per ogni diversa specie di pesci e un sistema di questo tipo è indispensabile soprattutto quando si opta per esempio per specie tropicali. I neofiti del mondo dell’acquario tendono a sottovalutare, invece, l’importanza del sistema di illuminazione, credendo erroneamente che la stanza più luminosa della casa basti ad assicurare buone condizioni di vita ai pesci: non è così e, anzi, nella maggior parte dei casi l’acquario va posizionato lontano dalla luce diretta, lasciando che sia appunto un sistema ad hoc a garantirne la giusta illuminazione, con luce alla giusta frequenza. È importante, infine, acquistare fin da subito qualche elemento d’arredamento per l’acquario perché i pesci possano cominciare a costruire il proprio habitat.