Caldaie a condensazione: i dettagli per conoscere questa nuova e vantaggiosa tecnologia

Una caldaia a condensazione è una tipologia di ultima generazione con le migliori tecnologie presente sul mercato. Il suo scopo è quello di ridurre i consumi e anche le emissioni dannose per l’ambiente. Chi sostituisce la vecchia caldaia con una di questo tipo, rientra nelle detrazioni fiscali pari al 65%. La percentuale è così alta perché si tratta di interventi per l’adeguamento degli impianti con modelli ad alta efficienza energetica e ridotto impatto ambientale.

Quando si parla di caldaia a condensazione si fa riferimento a una tipologia di ultima generazione che ha necessità di avere un certo tipo di camino. Nelle case di recente realizzazione, il camino è sempre configurato secondo le normative più recente. Per questa ragione, viene sempre installata una caldaia a condensazione per avere i maggiori benefici. Il problema può riguardare invece le abitazioni costruite decenni fa quando non c’erano indicazioni precise su come doveva esser fatta la canna fumaria. Questo vuol dire che non sempre vi è un camino adatto a questa tipologia di caldaia, purtroppo.

Se si può procedere con l’installazione della caldaia a condensazione grazie all’intervento della ditta di manutenzione e assistenza caldaie Junkers a Milano si ha un modello che fa risparmiare un sacco di denaro nel tempo. La bolletta che arriva dopo l’installazione della caldaia a condensazione sarò subito minore rispetto alle precedenti perché questa caldaia usa meno gas naturale per produrre calore. Le prestazioni sono identiche alle caldaie tradizionali, anzi migliori, anche se si usa meno combustibile.

Non solo consumi minori che si traducono in bollette meno care, ma sono minori anche le emissioni inquinanti. Durante il processo di combustione del gas si producono dei fumi che però sono inferiori rispetto a quelli che produce una caldaia di tipo tradizionale. In questa maniera si ha un apparecchio che è meno inquinante e che invece aiuta a ridurre l’inquinamento atmosferico, che aumenta durante la stagione invernale perché le caldaie si usano di più per riscaldare gli ambienti casalinghi.