Come scegliere il miglior ripetitore WiFi

Il ripetitore WiFi si occupa di amplificare un segnale WiFI esistente e trasmetterlo ai dispositivi che si devono connettere. Può essere utile a tante persone in molte occasioni. Pensate per esempio a chi ha una casa molto grande o degli uffici spaziosi. In questi casi il segnale WiFi non può raggiungere ogni angolo della struttura e anche dove arriva, quando è molto distante dal punto in cui il ruter si trova, ecco che non è ottimo e non garantisce una qualità di navigazione eccellente.

Con il miglior ripetitore WiFi la copertura della rete viene estesa e gli angoli più lontani dell’ufficio o della casa vengono raggiunti. Spesso invece che di ripetitori potreste sentir parlare di amplificatori oppure di Range Extender.

Dove posizionare il ripetitore

Deve essere posizionato tra il router Wireless e la posizione nella quale vogliamo portare il segnale. Dovete chiaramente posizionarlo in modo corretto, altrimenti il segnale potrebbe non essere ricevuto correttamente. Se nonostante il corretto posizionamento del ripetitore non riuscite ad ottenere una connessione uniforme in tutta la struttura, dovreste assicurarvi di:

  • Aver comprato davvero il miglior ripetitore WiFi
  • Avere un router buono. Se è molto vecchio potrebbe essere sua la causa e magari è il momento di cambiarlo.

Alcune volte invece occorre inviare il segnale internet attraverso il circuito elettrico della struttura. Occorrono in questo caso due adattatori. Uno va nella presa di corrente dove c’è il router, collegandolo poi con un cavo Ethernet l’altro dove invece si vuole iniziare ad amplificare il segnale. E’ una soluzione immediata e molto veloce che consente di risparmiare metri e metri di cavi sparsi per la casa.

Come funziona il ripetitore WiFi

All’interno del ripetitore WiFi sono presenti due router privi di fili. Uno Ha il compito di intercettare la rete già esistente, l’altro invece di trasferire il segnale amplificato.  Per il resto invece, l’installazione è molto semplice. Basta mettere il ripetitore in un punto dove la rete WiFi è esistente e collegarvi l’alimentatore.

Dopo potete accedere al ripetitore direttamente dal computer, dovete inserire I dati (user e password) della rete wifi così da permettere al ripetitore di collegarvisi. Quando invece vi spostate nell’edificio con il computer, il portatile si scollega dalla prima rete e si collega alla seconda creata dal ripetitore solo quando è completamente fuori portata dalla prima. Altre volte il dispositivo le rileva entrambe in contemporanea. In questo vuol dire che per passare dalla prima alla seconda rete si deve manualmente fare il passaggio.

Usando la rete creata dal ripetitore non si hanno livelli di sicurezza inferiore ma sono gli stessi del router. Per quanto riguarda invece la velocità della rete questa si abbassa si, però comprando ripetitori di alta qualità è una perdita piccola. Altri ripetitori invece provocano una grande perdita perché sono di cattiva qualità.  Anche per questo motivo il nostro consiglio è di prestare attenzione in fase di acquisto e scegliere solo il miglior ripetitore WiFi!