Integratori sessuali: dai miti da sfatare alle formule migliori

Non solo Viagra, la famosa pillola blu da comprare in farmacia per migliorare le proprie performance in camera da letto: il mondo degli integratori sessuali è molto più vasto e diversificato di quanto si può immaginare e, soprattutto, offre anche alternative del tutto naturali e con effetti collaterali ridotti a chi vuole risolvere problemi e defaillance nella sfera intima ma senza correre inutili rischi per la salute. In altre parole? Una visita in erboristeria può rappresentare l’alternativa migliore quando si tratta di vincere disfunzione erettile, eiaculazione precoce o altri fastidi simili: l’aiuto che la nutraceutica può dare all’uomo quando si tratta di vivere al meglio e in tutta tranquillità la sua sessualità, infatti, è tutt’altro che trascurabile. A patto, certo, di mai strafare o di fare da sé: sebbene notevolmente ridotti rispetto a quelli degli integratori sintetici per la libido, anche queste sostanze naturali potrebbero presentare rischi per la salute non indifferenti.

Sono rischi che dipendono, in larga parte, dal meccanismo d’azione dei principali integratori sessuali maschili: si tratta di sostanze che giocano un ruolo vasodilatatore, cioè fanno aumentare l’afflusso di sangue nel corpo cavernoso e, più in generale, all’interno dell’organo riproduttivo dell’uomo, con un effetto che è appunto un’erezione più consistente e duratura nel tempo e che nella maggior parte dei casi si traduce, poi, in una migliore performace all’atto sessuale e in un maggiore benessere e una maggiore soddisfazione non solo dell’uomo ma inevitabilmente anche del partner. Per questa ragione, dopo essersi consigliati con chi di dovere e dove non esistano ragioni fisiologiche che ne impediscano l’assunzione, è bene vincere le possibili remore e i tabù che insistono in materia e ricorrere all’aiuto della natura per vivere al meglio la propria sessualità.

Come scegliere gli integratori sessuali giusti

Tanto più che, ormai, esistono molte soluzioni discrete, facili da trovare anche lontano dalla farmacia (in erboristeria, al supermercato, nei negozi specializzati) e che tolgono dall’imbarazzo di essere assunte direttamente davanti al partner. Alcuni integratori sessuali, infatti, hanno un’azione a lungo termine e vanno introdotti nella propria dieta proprio come una cura, con dei tempi fisiologici per l’efficacia (in alcuni casi possono servire anche settimane). Anche quelli che lavorano più nel breve periodo possono essere assunti comunque qualche ora prima del rapporto sessuale. Senza contare che esistono persino comode (e discrete) soluzioni in cerotto da applicare anche lontano dalle zone erogene.

Considerato che i tanti falsi miti che esistono in materia, comunque, vale la pena chiarire anche se brevemente quali siano le sostanze davvero afrodisiache e che possono aiutare alla performance sessuale, maschile soprattutto. A partire da una constatazione non indifferente: nella maggior parte dei casi, in commercio non si trovano integratori sessuali a composizione unica, ma è sono mix di sostanze vasodilatatrici che assicurano l’effetto migliore. Immancabile tra queste è il gingseng, pianta che è da sempre usata dalla medicina cinese nel trattamento delle disfunzioni sessuali maschili: nella maggior parte dei casi viene utilizzata la varietà rossa coreana, ma anche l’estratto puro al 100% è un vero toccasana per la felicità a letto.