La coibentazione termica

La coibentazione termica è una tecnica sempre più utilizzata nella realizzazione di nuovi edifici, ma anche in fase di ristrutturazione di quelli già esistenti per una riqualificazione energetica, per eliminare o perlomeno ridurre in maniera significativa gli scambi di calore tra gli ambienti interni e quelli esterni.

Per ottenere un ottimo isolamento è molto importante la scelta dei materiali che vanno inseriti tra i due spazi da isolare, al fine di garantire il giusto comfort in casa durante tutte le stagioni dell’anno.

Solitamente vengono scelti in base a due elementi: lo spessore e la conducibilità termica, va da se che se sono più spessi maggiore sarà il loro potere di isolamento, altri aspetti importanti sono le loro proprietà ignifughe e naturalmente la durevolezza.

Tra i migliori materiali possiamo trovare quelli di derivazione minerale come: la lana di vetro, la lana di roccia, il polistirene estruso, il polistirolo, il poliuretano espanso, l’argilla espansa, la pomice ed il vetro cellulare.

Ma si può optare anche per tipi di origine organica, come: la fibra di legno, il sughero, il cotone o la canapa.

Un corretto isolamento termico offre notevoli vantaggi nel miglioramento del benessere domestico, se fatto bene si potrà godere di un maggior caldo all’interno, durante la stagione fredda, grazie alla ridotta dispersione di calore, che solitamente si perde attraverso il tetto, il pavimento, le coperture e le finestre.

Mentre in estate proprio grazie alla coibentazione che impedisce l’ingresso di flussi caldi, gli ambienti saranno più freschi, con un notevole aumento dell’efficienza energetica, con un risparmio sia delle risorse che sul piano economico.

Con una giusta coibentazione si garantisce che la temperatura sia il più costante ed omogenea possibile, per garantire le migliori condizioni di benessere in ogni ambiente della casa. Le case a basso impatto ambientale, sono, infatti, uno dei trend della bioedilizia in maggior ascesa. Vi consigliamo il sito dell’ingegner Monosi, per approfondire il tema della bioedilizia in Salento.