Sanitari per il bagno: cosa c’è da sapere e come essere sicuri di scegliere bene

Se stai cercando delle informazioni sui modelli di sanitari, con ogni probabilità è perché stai rifacendo il bagno e ti ritrovi a dover scegliere wc, bidet, lavabo, box doccia nuovi. La buona notizia è che non hai oggi che l’imbarazzo della scelta: le aziende del settore hanno, infatti, cataloghi piuttosto ampi, pieni di alternative e in grado di venire incontro a esigenze delle più diverse. La notizia un po’ meno buona è che, se non hai una certa familiarità con la materia, se scegli da solo, rischi di portare a casa oggetti che non sono davvero quello di cui hai bisogno per il tuo bagno.

Ad appoggio, sospesi, a filo muro, in ceramica, in pietra, con finiture a contrasto: come scegliere i sanitari giusti

Sanitari sospesi o sanitari ad appoggio?, per esempio, potrebbe essere uno di quei dilemmi impossibili da sciogliere se non hai almeno un po’ di conoscenza di come funzionano tubature e impianti di scarico. Da un punto di vista estetico, infatti, i sanitari sospesi appaiono certamente più gradevoli, più moderni dei sanitari con piede che, appunto, hanno un’aria piuttosto vintage: non in tutti i bagni, però, si può installare questa tipologia di sanitari perché richiedono che gli attacchi siano a parete e non a terra; se si è deciso di non rifare anche le tubature del bagno, insomma, e se le stesse hanno più di dieci anni, la scelta potrebbe essere obbligata verso i sanitari ad appoggio o i sanitari a filo muro. Questi ultimo sono una sorta di soluzione mediana tra i sanitari tradizionali e i sanitari sospesi, vengono installati addossati alla parete ma non risultano in sospensione poggiando comunque sul pavimento: sono sanitari piuttosto stabili e resistenti e c’è chi li considera anche più facili da pulire rispetto ai pezzi tradizionali.

Ceramica o altri materiali? potrebbe essere, comunque, un altro dubbio al momento di scegliere i sanitari. Già il fatto che tu ti stia ponendo questa domanda vuol dire che hai avuto occasione di sfogliare per lo meno i cataloghi delle aziende del settore e sai che oltre alla ceramica, di certo il materiale più comune in cui sono fatti i sanitari, esistono sanitari in ceramica e resina, sanitari in pietra e in pietra naturale e persino sanitari in acciaio. Ovviamente la scelta dipende, in questo caso, anche da che stile vuoi dare al tuo bagno, che altri mobili e componenti d’arredo hai intenzione di posizionare all’interno della stanza, che budget hai a disposizione – i sanitari in pietra naturale per esempio potrebbero avere un costo unitario piuttosto elevato. Tieni conto, però, che è fondamentale che i sanitari siano facili da pulire e da mantenere igienizzati e che non abbiano finiture delicate o che potrebbero rovinarsi con l’uso di detergenti aggressivi per esempio. Proprio a proposito di finiture, sono in genere l’elemento che permette più possibilità di scelta: dalla rubinetteria all’asse per il wc, infatti, sono tanti materiali, dettagli e colori che le aziende del settore propongono ai propri clienti come alternative per personalizzare i propri sanitari.