Lasciare un anziano in casa: come renderla più sicura

Quando una persona invecchia inizia ad avere qualche problemi in più che lo rende meno autosufficiente, tanti preferiscono che stia a casa sua invece che in casa di riposo dove c’è il rischio che si senta spaesato e abbondato dai suoi cari. È però essenziale che la decisione di lasciarlo nella sua abitazione sia seguiti da diverse azioni. La prima è assumerne una badante a Roma e la seconda è eliminare fattori di rischio e rendere la casa a prova di anziano.

Installare un corrimano

Il corrimano è un grosso aiuto per una persona anziana che così riesce ad avere un appiglio quando deve alzarsi. Il corrimano va messo vicano al letto, in bagno, lungo il corridoio e anche vicino alla poltrona.  È una soluzione facile da installare che richiede poco lavoro e davvero di aiuto. Se l’anziano dovesse perdere l’equilibrio, basta che si aggrappi al corrimano, evitando così di cadere a avere conseguenze spiacevoli come la rottura di un femore.

Togliere gli arredi ingombranti

Per migliorare la vita di una persona anziana che sta a casa con la badante a Roma è necessario togliere di messo tutti i mobili e gli arredi ingombranti che impediscono il passaggio. Chi è nella terza età ha bisogno di più spazio per muoversi e mobili come il tavolino basso davanti al divano sono un pericolo. Gli arredi sono da eliminare per aiutare una persona anziana a restare a casa sua senza dover ricorre alla residenza per anziani.

Eliminare i tappeti

Un ultimo modo per migliorare la sicurezza di casa e renderla perfetta per chi è invecchiato, è togliere i tappetti. Ogni tappetto è un rischio in più di cadere. Capita che gli anziani si inciampino nel tappetto, cadano e si producano contusioni, abrasioni, ferite e rotture. Inoltre, spesso al badante a Roma consiglia di mettere le scarpe da ginnastica ben allacciate anche in casa al posto delle pantofole o ciabatte che non sono il massimo per garantire la stabilità.